A Stupinigi Frida Kahlo sotto delle nuove lenti

Ha avuto inizio questo sabato, il 12 marzo, e proseguirà fino al 5 giugno la mostra “Frida Kahlo through the lens of Nickolas Muray” alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, a cura di Next Exhibition e ONO arte contemporanea. Attraverso gli occhi e l’obiettivo di Muray, ungherese nazionalizzato americano celebre per foto-ritratti di VIP di varia natura, potremo infatti vedere una nuova Frida, un’amica, una confidente ed un’amante. Già, perché proprio dai nove anni, tra il 1937 e il 1946, in cui le vite dei due si intrecciarono nel turbinio della passione traggono origine i sessanta scatti che compongono la mostra e che restituiscono dunque un ritratto dell’artista diverso da quello che ci si potrebbe aspettare e soprattutto che la ritrae da una prospettiva privilegiata. Tra queste fotografie, che rappresentano perfettamente la messicanità della protagonista attraverso dirompenti colori, alcune sono divenute assolutamente iconiche, come quelle realizzate nel 1939 nello studio di Muray e nel 1946 a New York. La mostra sarà poi arricchita di tessuti e gioielli provenienti dal Messico, nonché di importanti contenuti multimediali volti a far immergere ulteriormente lo spettatore all’interno dell’esposizione.

Gli orari di visita sono da martedì a venerdì dalle ore 10 alle 17:30, mentre sabato, domenica e festivi sono dalle ore 10 alle 18:30, con l’ultimo ingresso previsto mezz’ora prima della chiusura.

Ulteriori informazioni sul sito dell’Ordine Mauriziano, cui è data in gestione la Palazzina di Caccia, qui.

Davide Cuneo