A Palazzo Madama un’opera unica di Ugo da Carpi

Palazzo Madama ospiterà sino al 29 agosto un’opera davvero particolare ed unica nel suo genere: la pala d’altare realizzata, senza l’uso del pennello, dall’intagliatore Ugo da Carpi per l’altare del Volto Santo nella Basilica Vaticana.
Quest’opera, criticata al tempo della sua realizzazione da un maestro del calibro di Michelangelo, è un unicum nel campo dell’arte devozionale, infatti è stata eseguita non attraverso l’arte della pittura, ma con la tecnica della stampa a matrici sovrapposte, come hanno dimostrato i recenti studi condotti dai Musei Vaticani e già testimoniava il Vasari.
Fu realizzata per il Giubileo 1525 e rappresenta Veronica che dispiega il velo del Volto Santo tra gli Apostoli Pietro e Paolo. Nonostante la particolarità della sua composizione, l’opera al tempo non fu molto apprezzata e venne ben presto dimenticata sino all’età contemporanea, quando le nuove correnti artistiche e la critica riconobbero finalmente l’originalità e l’unicità di questa pala.
Così ha commentato Lorenza Patriarca, presidente della Commissione Cultura:

“Si tratta di un evento straordinario, per la qualità e per l’eccezionalità dell’opera, che si inserisce perfettamente nel progetto di rilancio della cultura da parte della nostra Città. E’ davvero apprezzabile vedere intrecciarsi Palazzo Madama con La Fabbrica di San Pietro, quale segno della vocazione aperta allo scambio che caratterizza i nostri musei e la Città che, anche grazie alla sua posizione periferica, e come già successo in altri eventi espositivi, è maggiormente incline a intrecciare sinergie con altre istituzioni e città.”

L’opera viene esposta sotto un settecentesco affresco con l’ostensione della Sacra Sindone presente nella Corte Medievale di palazzo Madama. La curatela della mostra, presentata oggi da Maurizio Cibrario, presidente della Fondazione Torino Musei, e da Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani, è di Pietro Zander. Fondamentali sono stati il sostegno di Reale Mutua ed il contributo tecnico di Targetti Sankey Spa attraverso tecnologie illuminotecniche ad accensione diversificata per una narrazione visiva abbinata.

Davide Cuneo