Terra Madre – Salone del Gusto 2022: rigenerare il pianeta per rigenerare noi stessi

Manca ormai davvero poco alla 14esima edizione di una delle kermesse dedicate al cibo più attese d’Europa, Terra Madre Salone del Gusto, che si prepara ad approdare il 22 settembre a Torino ed a proporre più di 350 eventi che ruoteranno attorno al tema della rigenerazione.
Non può in effetti sfuggire come il centro focale di questa fiera, il Mercato, si trovi proprio in un luogo che è stato a tutti gli effetti rigenerato, trasformandolo da un zona industriale ad un parco, e che ora si appresta ad ospitare uno degli eventi più importanti al mondo sull’agricoltura ed in generale la produzione di cibo sostenibile.
Saranno oltre 3mila le persone da 150 Paesi, tra allevatori, contadini, attivisti ed altri, coinvolte per portare la loro testimonianza ed a riunirsi sotto il motto elaborato da Slow Food: #RegenerAction. Queste figure si troveranno ad orbitare attorno al Mercato che raccoglierà gli oltre 600 espositori italiani (tra cui avranno rappresentanza tutte le Regioni) ed europei, sempre incentrando il loro stand sul tema della manifestazione, ma anche nei più di 40 Laboratori del Gusto, agli Appuntamenti a Tavola ed alle Conferenze ricche di esperti. Non potrà ovviamente mancare una sezione dedicata al vino, la cosiddetta Enoteca, con approfondimenti e degustazioni, ma anche una dedicata alla cucina di più alto livello, Cucina di Terra Madre, che vedrà i cuochi cimentarsi con prelibate ricette.
A rendere ancora più piacevole e completa l’esperienza di visita ci penseranno studenti ed ex studenti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (Bra) che accompagneranno i visitatori verso le mete più gradite ed alla scoperta di liete novità, forti della loro grande preparazione sulla cultura enogastronomica sostenibile.
Ma non sarà solo il Parco Dora ad ospitare i molti eventi e seminari che si susseguiranno: Terra Madre è infatti una fiera diffusa che vedrà protagonista la città intera di Torino con alcuni dei suoi luoghi più iconici tra cui Eataly Torino Lingotto, Edit, Mercato Centrale e Nuvola Lavazza.
Per chi poi non potesse venire a Torino o fosse impossibilitato a lasciare la sua abitazione per i più disparati motivi sarà anche possibile assistere agli eventi attraverso mezzi digitali, proprio come avvenuto nella sfortunata edizione 2020, segnata dalla pandemia, che pure grazie alla trasmissione via web ha attirato l’attenzione di molti che non conoscevano affatto l’evento.


Questo grande momento di aggregazione e di riflessione avrà poi termine con lunedì 26 settembre che vedrà gli ultimi seminari prima del ritorno alla normalità. Tutti gli eventi saranno a partecipazione gratuita così come il salone stesso, con le dovute eccezioni per talune degustazioni ed ovviamente l’acquisto di bevande e vivande presso gli espositori. I padiglioni saranno aperti da giovedì a domenica dalle 10:00 alle 23:30, mentre il lunedì l’orario sarà 10:00 – 20:30, con i food truck aperti dalle ore 12:00.
Un calendario completo degli eventi è disponibile sul sito ufficiale dell’evento, con la possibilità di accreditarsi in anticipo per gli stessi. Molti di questi registrano, già a più di due settimane dall’inizio, il tutto esaurito, dunque vi consigliamo di affrettarvi per non perdervi i più interessanti. Potete accedere al calendario completo cliccando qui.

Davide Cuneo

Articolo in collaborazione con http://www.torino4food.com e http://orlandomagazine.it