Da Silverstone a Sestriere, l’automobilismo non si ferma

Tra le polemiche Sainz e la Ferrari hanno trionfato questo weekend nel GP di Gran Bretagna, ma per gli appassionati di motori nostrani lo spettacolo non si ferma e da venerdì 8 luglio a domenica 10 torna tra le montagne la Cesana-Sestriere, corsa in salita che in sessant’anni ha scritto pagine memorabili della storia dell’automobilismo sportivo.
Il percorso sarà sempre il medesimo, composto di 10,4 chilometri con più di 700 metri di dislivello, tra tornanti, chicane e tanta adrenalina. La gara come sempre è valida per i campionati di italiano ed europeo di velocità in salita ed è patrocinata dalla Città Metropolitana di Torino che garantirà la sicurezza del complesso tracciato.
Così ne ha parlato il vicesindaco con delega ai lavori pubblici, Jacopo Suppo:

“Dopo i consistenti investimenti realizzati dalla Direzione Coordinamento Viabilità nel 2021, quest’anno non è stato necessario eseguire lavori di grande entità, ma si è comunque proceduto al controllo e al ripristino delle protezioni laterali e del manto stradale laddove necessario. Si tratta di lavori che non sono solamente finalizzati alla corsa automobilistica, perché vanno a vantaggio dell’utenza locale e turistica di una delle dorsali viarie maggiormente trafficate in alta Valle di Susa. Oltre a quella automobilistica, l’utenza ciclistica è sempre più importante: i numeri stanno crescendo, anche grazie al richiamo derivante dalle tappe del Giro d’Italia transitate negli ultimi anni e a manifestazioni amatoriali di grande richiamo come la Gran Fondo Sestriere-Colle delle Finestre”.

Il record assoluto su questo tracciato appartiene ancora a Stefano Di Fulvio che nel 2016 su Osella PA 9/90 motorizzata BMW 2500 ha realizzato l’incredibile tempo di 4 minuti, 30 secondi e 6 centesimi.

Edoardo Valle