Al Regio il Maestro Riccardo Muti dirige il Don Giovanni

Tra venerdì 18 novembre 2022 ed il 26 dello stesso mese al Teatro Regio di Torino arriva un appuntamento musicale imperdibile per i cultori della musica classica: il Maestro Riccardo Muti, direttore d’orchestra di fama internazionale, porterà sul palco uno dei più grandi classici della storia della musica, ovvero il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart.
Alla regia ci sarà invece Chiara Muti, che avrà il compito di allestire lo spettacolo coprodotto con il Teatro Massimo di Palermo.

Inutile soffermarsi troppo sull’opera in questione, trattandosi di un capolavoro immortale come il Don Giovanni, una piéce talmente nota che il suo protagonista è divenuto il donnaiolo per antonomasia, incarnazione dell’inestinguibile fuoco della passione. Un turbinio di sinfonie eccezionali ed altri personaggi completano l’affresco che il grande compositore austriaco ha musicato.

Di recente è intervenuto lo stesso Muti per presentare questa produzione che si è espresso così:

“Mozart diceva che la musica più profonda è quella che si nasconde tra le note. È un’idea incredibile: tra una nota e l’altra, anche se strettamente legate, c’è l’infinito. Il Mistero è lì, in quello spazio che racchiude l’universo”.

Queste sono invece state le parole della regista Chiara Muti:

“Don Giovanni non esisterebbe senza donne! Deve alle sue prede il nome che porta. Le dodici entità che deambulano in scena sono le ombre del rimorso di Don Giovanni, o meglio quello che vanno cercando invano torturandosi senza pace e che vorrebbero veder balenare nel profondo dei suoi occhi sfuggenti, per liberarsi dall’umiliazione d’essere, un giorno, state sue vittime. Il mito che incarna l’ha reso immune, l’archetipo che rappresenta l’ha liberato dai fili a cui sono ancorati tutti gli altri, e nessun timore di Dio riuscirà mai ad ammaestrarlo!”.

A rendere l’esperienza indimenticabile collaborerà poi un cast di alto livello, composto da: Luca Micheletti, Jacquelyn Wagner, Mariangela Sicilia, Giovanni Sala, Alessandro Luongo, Francesca Di Sauro, Leon Košavić e Riccardo Zanellato.
Il Coro del Teatro Regio è istruito da Andrea Secchi. Le scene sono di Alessandro Camera, i raffinatissimi costumi di Tommaso Lagattolla e le luci di Vincent Longuemare. Maestro al fortepiano è Alessandro Benigni.

Non va poi dimenticato che l’intero incasso delle prove di mercoledì 16 novembre, per espresso desiderio del Maestro Muti, sarà devoluto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus di Candiolo.

Gli spettacoli si terranno nei seguenti orari: venerdì 18, martedì 22 e giovedì 24 alle ore 20:00, mentre domenica 20 e sabato 26 alle ore 15:00, con biglietti da 70 a 250 euro. La prova del 16, alle ore 20:00, sarà invece riservata agli under 30, con un costo di appena 10 euro. Lo spettacolo avrà una durata di 3:30 ore. Tutti i biglietti per gli spettacoli del Teatro Regio sono disponibili a questo link.

Davide Cuneo