“Rembrandt incontra Rembrandt”, un po’ d’Olanda a Torino

Ha avuto inizio il 14 dicembre 2022 e si protrarrà sino al 16 aprile 2023 la mostra “Rembrandt incontra Rembrandt”, ospitata presso i Musei Reali di Torino, e più specificamente nella Galleria Sabauda.
Certo la fama di Rembrandt non può che precederlo, inserendosi a pieno titolo tra gli artisti più importanti della storia dell’arte olandese e mondiale, in particolar modo essendo ritenuto più o meno unanimemente il pittore fiammingo più importante del XVII secolo.

La mostra si propone di indagare il grande genio di questo artista attraverso 22 opere, ma sono soprattutto 2 quelle poste al centro dell’attenzione del pubblico, su cui la mostra si focalizza particolarmente: La cena in Emmaus del Musée Jacquemart-André di Parigi, in prestito ai Musei Reali grazie alla policy di scambio adottata per rafforzare la collaborazione tra le istituzioni culturali italiane ed europee, e il Ritratto di vecchio dormiente della Galleria Sabauda, uno dei soli tre dipinti dell’artista presenti nelle collezioni nazionali. 
Queste due opere uniscono ad una rappresentazione realistica e naturalistica dei personaggi e dell’ambiente ad un uso delle luci simbolico ed espressivo che veicola le novità caravaggesche in grado di conferire un pathos non trascurabile alle opere.
Oltre alle due opere di cui sopra saranno esposti anche vari disegni che permettono di indagare le idee e le ispirazioni di questo maestro seicentesco. Ad arricchire l’esposizione anche un supporto multimediale, realizzato in collaborazione con VisivaLab, che permette di esplorare il dipinto torinese attraverso un’immagine ad altissima risoluzione per conoscerne la storia, tante curiosità e scoprire chi si potrebbe celare dietro il volto del vecchio addormentato. Così ne parla la Direttrice Enrica Pagella:

“Quello proposto è un percorso sullo straordinario patrimonio legato al maestro olandese conservato ai Musei Reali e intende portare all’attenzione del pubblico le ricche raccolte di arte fiamminga e olandese, che rappresentano una peculiarità, sia per consistenza, sia per qualità, nel panorama delle collezioni pubbliche italiane”.

La mostra sarà visitabile in orario 9:00 – 18:00 dal martedì alla domenica. Il prezzo del biglietto intero è di 15€, mentre per i ridotti è di appena 2€.

Davide Cuneo