Lasci o raddoppi? Due nuove mostre alle OGR

Sono già disponibili, e lo saranno fino al 27 marzo, le due nuove esposizioni di arte contemporanea allestite rispettivamente presso il Binario 1 ed il Binario 2 delle Officine Grandi Riparazioni, Here di Maria Hassabi e Hardscapes di Nina Canell. Insomma, un palinsesto che si sposa perfettamente con i punti programmatici delle OGR e di Fondazione CRT decisamente impegnate ad investire in realtà inedite oltre che vicine alla sostenibilità ambientale ed all’inclusione sociale in sintonia con i punti dell’Azienda 2030.

La mostra esposta al Binario 1, “Here”, una live-installation, commissionata da Secession e Wiener Festwochen – Vienna e prodotta con l’ausilio delle stesse OGR ed Onassis Foundation – Atene, si incentra sul rapporto tra i 5 ballerini parte della coreografia e dell’artista stessa che invitano gli spettatori a fondersi con loro, condividendone spazio e tempo. Una mostra in cui è possibile ravvisare dunque tutti gli stilemi della Hassabi, nota per le sue coreografie profondamente incentrate sul movimento ed il rapporto con lo spazio circostante.

La mostra esposta al Binario 2, “Hardscapes”, realizzata in collaborazione con GAMeC Bergamo, si incentra sulla proiezione su un led wall di Energy Budget (2017-18), opera video realizzata insieme a Robin Watkins e racconta le trasformazioni dell’energia ed il suo circolo. A ciò si aggiunge un pavimento di conchiglie creato e distrutto dai piedi dei visitatori: una riflessione sulla materia prima di cui il nostro mondo cittadino si compone, ovvero il cemento.

Davide Cuneo