La Festa dei Vicini: un weekend votato alla fratellanza

Dopo due anni di forzata assenza a causa della pandemia torna in questo 2022 la Festa dei Vicini, un’occasione per combattere l’individualismo che tende a formarsi negli agglomerati urbani e per rafforzare i legami con i propri vicini di quartiere e casa o stringerne di nuovi.
Questa particolare celebrazione ha origini piuttosto recenti, appena 23 anni fa la prima edizione, e deriva da un’iniziativa di Atanase Périfan e dell’associazione Paris d’Amis. Oggi la festa è promossa da dall’associazione European Neighbour’s Day che ha contribuito a rendersene importanti i numeri: saranno 20 milioni di partecipanti, distribuiti in 36 Paesi, con oltre 1400 partner.
A Torino la prima edizione risale al 2006, anno delle olimpiadi invernali, ed ha proseguito ininterrottamente fino alla pandemia.
Quest’anno per un ritorno in grande stile saranno ben 80 gli eventi sparsi sul tessuto urbano, tra gli altri cacce al tesoro, aperitivi, arti marziali, musica e tanto altro.
Partner dell’iniziativa sono Federcasa Piemonte, associazione delle Atc piemontesi, e l’Atc del Piemonte Centrale con una novità, una mostra fotografica itinerante dal titolo “Com’eravamo” che, attraverso le immagini d’archivio in bianco e nero dell’Agenzia torinese, racconta la storia delle case popolari di quattro diversi quartieri (Borgo Vittoria, Barriera di Milano, Mirafiori Nord ed Aurora).
Ancora, per rendere più aperta e partecipata la ricorrenza il Polo Culturale Lombroso16 metterà a disposizione i suoi spazi agli abitanti di San Salvario a partire dalle ore 19:00 permettendogli di condividere un pasto “al sacco” con assaggi degli empori di dolci del posto.
Ulteriori informazioni possono essere reperite nei siti delle varie circoscrizioni cittadine.