Intesa Sanpaolo apre due nuovi musei

Oggi, il 15 marzo, il gruppo Intesa Sanpaolo ha annunciato ufficialmente l’apertura di due nuovi spazi museali, uno a Torino ed uno a Napoli per poter esporre la grande quantità di patrimoni artistici confluiti negli anni nel patrimonio del gruppo. Questi musei si andranno ad aggiungere ai due già presenti a Milano e Vicenza. Il Piano d’Impresa 2022-2025 presentato di recente dal Consigliere delegato e CEO Carlo Messina prevede una duplicazione degli spazi espositivi della banca da quattordicimila a trentamila metri quadrati, consolidando la posizione del Gruppo tra i primi operatori culturali privati a livello internazionale per reputazione, impegno e per dimensioni, qualità e valore finanziario della collezione. Vediamo ora in dettaglio il progetto per il capoluogo piemontese.

L’inaugurazione per il museo a Torino è prevista per il 17 maggio 2022 e si terrà in loco, ovvero a Palazzo Turinetti in piazza San Carlo, sede legale e storica della banca. Ben diecimila saranno i metri quadrati dedicati all’esposizione su 5 piani di cui 3 sotterranei. Il tema del museo sarà la promozione della fotografia e della video arte, in particolar modo per quanto riguarda il mondo della sostenibilità (ESG). Il pezzo forte di questo museo sarà dunque l’archivio fotografico di una storica agenzia fotogiornalistica italiana con circa 7 milioni di scatti realizzati dagli anni Trenta agli anni Novanta. Oltre a questo saranno esposte varie opere pittoriche tra cui  il ciclo pittorico dell’antico Oratorio della Compagnia di San Paolo.

Questo spazio, proprio come gli altri musei, sarà adibito anche ad attività didattiche per le scuole, ricerca scientifica ed attività di inclusione sociale.

Edoardo Valle